Cerca

Blog

Emporio Necchi / Articoli  / Cenni Storici Sul Cucito – Prima parte – Il punto antico

Cenni Storici Sul Cucito – Prima parte – Il punto antico

…dalle origini ai primi ricami complessi.

L’Ago

L’ago più semplice si può ricavare da una spina di agave, tagliando la spina terminale della foglia solo parzialmente, in modo che le rimangano attaccate alcune fibre, si ottiene l’accoppiata ago (la spina) e filo (le fibre della foglia) con cui si può fare una cucitura grossolana.

I primi aghi di cui si ha notizia -si tratta di reperti millenari- erano realizzati in osso o legno, nell’antichità erano in bronzo.

Il ricamo

Termine, derivato dall’arabo raqam (‘disegno, segno’), con il quale si intende la rifinitura di materiali tessili eseguita manualmente mediante il lavoro ad ago utilizzando filati di seta, cotone, lino, lana ma anche perle e pietre preziose.

I primi ricami

In Egitto ed in Attica, infatti,  sono state rinvenute strisce decorative risalenti a secoli prima di Cristo e data la loro precisione ed accuratezza si desume che fossero frutto di una scuola regolare e formalmente codificata. Sono già presenti molti punti attuali quali il punto filza, erba, punto croce semplice e orientale e il gobelin.

Il Medioevo

I punti base più frequentemente utilizzati nei ricami medievali sono il punto filza, la serie dei punti a croce, il punto erba, il punto spaccato, il punto catenella, il punto serrato o punto gobelin, tutti realizzati mediante l’inserimento dell’ago sia dal dritto sia dal rovescio delle stoffe.

Nei ricami medievali fu frequente l’uso di filati in seta, oltre a quelli in lana e in lino, e di fili in oro e in argento, realizzati utilizzando un’anima di seta intorno alla quale venivano avvolte lamine metalliche.

Punto Croce

Il ricamo a punto croce risale a tempi antichissimi, tanto da non sapere con precisione dove e quando abbia avuto origine. Già nell’858 furono trovati, in Asia Centrale, reperti di tale tecnica.

Il punto Antico

Il Punto antico non è solo un punto, bensì un preciso stile di ricamo risalente al 1400, quando veniva utilizzato tradizionalmente come ricamo “semplice” per ornare la biancheria per la casa e anche la biancheria personale.

Il punto antico è una tecnica di ricamo a fili contati da eseguire su tessuto a trama visibile e regolare. Alcuni tipi di punti:  punto quadro, cordoncino, gigliuccio, punto reale o piatto, punto vapore, sfilato, retini, punto rodi, punto riccio.

Gigliuccio

Il gigliuccio è un punto di ricamo di antica scuola marchigiana, tuttora molto usato per bordare ed ornare soprattutto per lo più di biancheria da letto, la tovaglieria, ma anche oggetti d’arredamento, come “cavalieri” da tavolo e anche tende. È una delle tecniche del ricamo “in bianco” (filo bianco su lino bianco).

Continua…

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.